Storia

Il complotto per uccidere George Washington | Storia

Pochi giorni prima della firma della Dichiarazione di Indipendenza nel luglio 1776, 20.000 spettatori si sono radunati in un campo dove si trova la moderna Chinatown di Manhattan. Tutti insieme, soldati e cittadini allo stesso modo, ammassarono la folla più numerosa per assistere a un'esecuzione pubblica nelle colonie in quel momento. Due giorni prima Thomas Hickey, un membro della guardia d'élite responsabile della protezione di George Washington, era stato condannato per ammutinamento e sedizione e la mattina del 28 giugno 1776 era stato impiccato per i suoi crimini.

Sebbene fosse l'unico giustiziato, Hickey, si scopre, faceva parte di un piano molto più ampio, ideato dai lealisti britannici per assassinare Washington, che all'epoca era il comandante in capo dell'esercito continentale. Questo pezzo di storia perduta è al centro del nuovo libro di Brad Meltzer La prima cospirazione (co-scritto con Josh Mensch). Meltzer è salito in cima alle liste dei bestseller con i suoi romanzi thriller politici tra cui Morto Even . Prima del suo primo libro di saggistica, che uscirà sugli scaffali questa settimana, lo scrittore di thriller ha parlato con Smithsonian.com dell'intricato e drammatico complotto per uccidere Washington, di come l'episodio ha dato origine agli sforzi di controspionaggio degli Stati Uniti e di cosa possiamo imparare da esso oggi.

Cosa rappresentava George Washington per i coloni americani in quel momento?





quale animale ha il miglior senso dell'olfatto

Pensiamo che George Washington sia così sicuro di sé e così perfetto. Ma, quando ha ottenuto per la prima volta l'incarico di guidare l'esercito, era fuori di testa. Era stato un ufficiale in passato, ma non era di rango molto elevato. Quando iniziò la guerra, non indossava un'uniforme da più di un decennio.

Improvvisamente, deve costruire un esercito continentale e guidarlo contro i potenti inglesi. Era una persona modesta, spinta in questo ruolo con enormi responsabilità, e la prima cosa che dice a tutti è che non sono abbastanza bravo per farlo, e se falliamo è colpa mia.



Ma questa onestà ha fatto capire a tutti che potevano fidarsi di lui. Ecco perché è la grande speranza, perché in realtà hanno fiducia in lui. In ogni grande leader, non si tratta di essere il capo o di battersi il petto, ma si tratta, penso soprattutto allora, in un gruppo che aveva così tante voci contrastanti, di essere una persona di cui tutti potevano fidarsi. Penso che fosse solo l'epitome di quello.

Chi stava cercando di uccidere George Washington?

All'inizio della guerra rivoluzionaria, il governatore [nominato dal governo reale] e il sindaco di New York, entrambi lealisti britannici, riuscirono a rivoltargli contro alcune guardie personali di Washington. Erano pronti a colpire, ma Washington lo scoprì. I cospiratori furono arrestati e interrogati in segreto. Quindi Washington radunò 20.000 soldati e cittadini in un campo aperto e fece impiccare un capobanda affinché tutti lo vedessero. Ciò ha inviato un messaggio chiaro ai lealisti senza rivelare la trama.



Anteprima miniatura per

La prima cospirazione: il complotto segreto per uccidere George Washington

Ambientato durante il periodo più critico della nascita della nostra nazione, The First Conspiracy racconta un pezzo notevole e mai raccontato della storia americana che non solo rivela il carattere di George Washington, ma illumina anche le origini del movimento di controspionaggio americano che ha portato alla moderna CIA.

Acquistare

Perché gli inglesi trovarono così facile portare i soldati americani e persino le sue guardie personali dalla loro parte?

Gli americani amano raccontare la storia che eravamo questo gruppo disordinato che ha visto un obiettivo comune, e ci siamo riuniti tutti e abbiamo vinto tutti la giornata. Non era così semplice. Eravamo un vero disastro. Un osservatore ha detto che [i coloni] erano i più miseramente vestiti e sporchi di una serie di mortali come mai disonorato il nome di un soldato.

Non eravamo affatto soldati. Eravamo contadini e braccianti comuni, ex criminali, mendicanti, alcuni sospettosamente vecchi, altri sospettosamente giovani. Portavamo forconi e pale come armi, altre persone non hanno armi. Non siamo una forza combattente unita. Indossiamo le uniformi delle milizie locali del Massachusetts, Connecticut, Rhode Island, New Jersey. La maggioranza indossa camicie da lavoro sporche e pantaloni a brandelli.

Perché le persone cambiano lato? Perché stavamo diventando crema. Perché potremmo perdere. Fa freddo. Non abbiamo armi. È un disastro. Quando hai un momento in cui pensi che perderemo, quello è il primo momento in cui la gente dice: Forse dovrei cambiare lato.

Questa non è la rivoluzione che otteniamo al liceo.

incontrare un uomo ricco gratuitamente

Quando pensiamo alla Rivoluzione, pensiamo ai coloni qui che stanno combattendo gli inglesi che vengono da laggiù. In realtà, c'erano molte persone nelle colonie che si schierarono dalla parte degli inglesi e molte persone dall'Inghilterra che si unirono alla parte coloniale. Alcune persone hanno cambiato alleanza avanti e indietro. Questo ha creato un ambiente di sfiducia e paura. Ha anche portato a un sacco di doppio gioco e spionaggio.

Come è stata scoperta la trama?

Il Congresso provinciale di New York aveva istituito il Committee on Conspiracies, una squadra top-secret di civili con la missione di raccogliere informazioni sul nemico e rilevare e contrastare le operazioni di intelligence del nemico. Man mano che il complotto contro Washington si ingrandiva, la gente iniziò a parlare e questo piccolo comitato, guidato dall'avvocato e delegato del Congresso continentale John Jay, finì per far crollare l'intera faccenda. Fu l'inizio del controspionaggio americano.

Perché non conosciamo meglio questa storia?

Il complotto dell'assassinio è storia nascosta. Quando gli inglesi stavano arrivando, l'ultima cosa che Washington voleva dire era: Ehi, gente, i miei uomini si sono appena rivoltati contro di me. Questa non è l'immagine della leadership che vuoi quando sei a capo delle forze armate. Mi è chiaro che non voleva che nessuno conoscesse questa storia.

Come ti sei imbattuto in questa storia?

Ho trovato la storia da cui iniziano tutte le buone storie, che è nelle note a piè di pagina. Non posso nemmeno dirti che libro fosse. È stato quasi un decennio fa. Stavo leggendo le note a piè di pagina e ho visto questa storia. Ricordo di aver detto, aspetta, stavano cercando di uccidere George Washington. È vero? È falso? È qualcosa che trovi solo su Internet?

Mi sono rivolto allo storico Joseph Ellis, che ha scritto uno dei grandi libri su George Washington, e gli ho detto: Sai qualcosa di questa storia? Certo, ne aveva sentito parlare, ma ricordo che mi disse che all'epoca, tutte le persone coinvolte, inclusa la cerchia ristretta di George Washington, il loro intero scopo era quello di garantire che non ci fosse traccia delle loro azioni. Avevamo a che fare con una storia che parlava di spie. Disse: Puoi trovare il numero di schiavi a Mount Vernon. Non troverai mai tutte le sue spie. Per sua natura,' ha detto, 'questo è qualcosa che sarà sempre sfuggente.

Dopo una carriera di scrittore di thriller di fantascienza, questo è il tuo primo libro di saggistica. Com'è stato cambiare modulo?

Per me, la narrativa e la saggistica sono in realtà sorprendentemente abbastanza simili. Una buona storia è una buona storia, tutto ciò di cui hai bisogno sono personaggi interessanti e il dramma umano che ne consegue.

Dirò che essere in grado di inventare cose è la parte migliore della finzione. Il problema è che quando ti inventi un thriller, devi lavorare di più per inventare una storia che sia credibile.

Ma guarda cosa succede in questo libro. Se dicessi al mio editore che voglio scrivere di un presidente, e che le persone di cui si fida potrebbero complottare per ucciderlo mentre i suoi grandi nemici stanno invadendo da un altro continente, e, oh sì, è anche quando la Dichiarazione of Independence stava per essere redatto, e tutto questo sta accadendo allo stesso tempo. Beh, il mio editore mi direbbe, nessuno ci crederebbe. Ci sono coincidenze nella finzione, ma nella saggistica tutto può succedere.

Perché questa storia è importante nel 2018?

come hanno fatto i mammiferi a sopravvivere a questa estinzione di massa?

Uno degli aspetti più sorprendenti della leadership di George Washington in questo periodo era la sua modestia, in pubblico e in privato. Ricordi quando la modestia e l'umiltà erano grandi valori americani? È stato nominato a una posizione di grande potere, ma non ha mai fatto il suo ego o la sua ambizione personale.

Oggi celebriamo coloro che, su Facebook o Twitter o in qualsiasi altro luogo, sono davvero bravi ad attirare l'attenzione su di sé, che si battono il petto e sono bravi a dire: Guardami.

George Washington non era quella persona. Non si vantava né si vantava. Si rese conto che per tenere insieme il suo esercito e mantenere il sostegno del pubblico e del Congresso continentale, doveva mantenere un'immagine di impeccabile integrità e buon carattere. La percezione conta e tutti gli occhi erano puntati su di lui. Doveva ispirare fiducia. Ha commesso errori da un punto di vista militare, e ha preso le critiche per questo, ma era difficile dubitare della sua onestà e della sua devozione alla causa.

DEC018_B05_Prologo.jpg



^